La Luna
Simbolismo, miti, archetipi, significati e influenze

La coltivazione delle piante aromatiche e medicinali


Nel scegliere l’angolo del vostro giardino che dedicherete alla coltivazione di queste preziose piante, dovrete porre particolare attenzione nell’individuare quello meno esposto a fonti di inquinamento (automobili che transitino vicine o frutteti trattati chimicamente nei paraggi).
Dovrete anche considerare fattori quali l’esposizione al sole, poiché alcune piante sono eliofile, altre preferiscono l’ombra o la penombra.

Anche l’esposizione al vento va osservata, poiché la maggior parte delle aromatiche predilige i luoghi riparati, anche dal freddo.

Per il tipo di terreno si consiglia quasi sempre terreni ben drenati, per evitare i ristagni d’acqua e l’eccesso di umidità, che favorisce lo sviluppo di malattie crittogamiche.

Per la loro coltivazione si consiglia di mantenere libero il terreno da erbacce, zappettare frequentemente il suolo per arieggiarlo, eliminare i rami secchi e a fine stagione estirpare quelle morte, potare e pacciamare con paglia le perenni o biennali, per proteggerle dal gelo.
A primavera concimate con composto o letame maturo.

Per la raccolta, la scelta del momento migliore è molto importante, e innanzitutto bisognerebbe ascoltare le proprie sensazioni e osservare il tempo. Non ha senso ad esempio raccogliere una pianta se c'è cattivo tempo. In generale si possono seguire le seguenti regole:

Le radici vanno raccolte all'inizio della primavera, in luna piena o calante, meglio di sera o di notte. Meglio anche scegliere giorni delle radici.

Le foglie si possono raccogliere tutto l'anno, prima della fioritura, in luna crescente o ascendente o nei giorni della foglia. i giorni ideali per le piante medicinali sono quelli con luna in scorpione. Fa eccezione l'ortica., che va raccolta e consumata in luna calante.

I fiori vanno raccolti in luna crescente o piena o ascendente, anche se il plenilunio è il momento migliore, verso mezzogiorno.

Per la loro raccolta e conservazione, se si intende essiccarle occorre evitare di raccoglierle bagnate da rugiada o pioggia, poiché l’umidità le deteriora. Il momento più giusto è metà mattina oppure il tardo pomeriggio.
A meno che sia indispensabile, non lavare in acqua, perché se ne diminuisce la proprietà aromatica. Meglio strofinare con un panno umido.

Lasciate per poco tempo le piante raccolte al sole per non alterare i principi attivi e se usate il forno, non superate mai la temperatura di 30-35° per le parti aeree, e 50-60° per le radici.

Se non usate il forno lasciate le erbe in locali ventilati, asciutti e ombrosi con temperatura costante di 20-30°. Di solito radici e fusti richiedono 15-20 giorni, le foglie 8-10 giorni e i fiori 3-4 giorni per l’essicazione.

In caso di foglie e fiori è bene appenderle a testa in giù, oppure su graticci appositi, rigirandole frequentemente. I contenitori più idonei per conservare le erbe seccate sono i vasetti in terracotta, o i sacchetti di carta su cui si apporrà il nome della pianta. Tutto andrà riposto al riparo da luce, umidità, aria e polvere.

La loro conservazione per quanto buona non garantisce la durata per tempi troppo lunghi quindi si consiglia di non lasciarle invecchiare. Se è necessario conservarle a lungo, effettuare la raccolta in luna calante.

Per il congelamento si utilizzano i sacchetti in plastica oppure vasetti di vetro, e si sbriciolano facilmente nella pietanza quando serve.

Fonti:
Servirsi della luna, Poppe-Paungger. ed Tea
Calendario lunare 2007, ed Demetra

.






 



Vuoi essere periodicamente informato delle novità sul sito del Cerchio della Luna e delle nostre iniziative?
Iscriviti alla mailing list, e riceverai mensilmente i nostri calendari lunari in omaggio.



Clikkando sulla luna, puoi tornare alla   




Questa è una pagina protetta dalle copiature.
Abbiamo deciso di tutelare così le nostre pagine, originali e non, dall'uso scorretto su altri siti.
Il Cerchio della Luna non è contrario a cedere i suoi testi originali, purché non vengano smembrati e ne vengano citati gli autori, le fonti e la bibliografia… così come riportati in queste pagine.
Dunque, se vi interessa un nostro testo o una nostra ricerca originale, non esitate a scriverci chiedendoci un’autorizzazione e comunicandoci per quale uso vi serve, dove lo vorreste pubblicare e formulando l’impegno ad una corretta citazione.
L’indirizzo è: info@ilcerchiodellaluna.it