Astrologia Evolutiva
 Un percorso di autoconoscenza incentrato sull'anima


La luna di nascita e gli archetipi del femminile



Se il Sole rappresenta la nostra parte attiva, il fulcro dell’identità, il viaggio dell’eroe, la Luna è la parte interiore e ricettiva dell’io, lo Yin, la cosiddetta ”anima” junghiana, qualcosa che ha a che fare con l'immagine, o archetipo del femminile, che c'è dentro di noi.

Questa immagine interna è qualcosa di innato, che precede la stessa nascita, che ci predispone a fare certi tipi di esperienza anziché altri.
Essa sarà fortemente condizionata dal modello di madre che ci ha accudito, o meglio da ciò che in lei avremo colto, e che inevitabilmente ci avrà trasmesso.

Dunque la Luna può darci importanti informazioni circa l’immagine materna che abbiamo dentro di noi, quale tipo di contenimento affettivo abbiamo ricevuto e soprattutto che tipo di auto-immagine ne abbiamo ricavato. In altre parole può dirci che cosa significa per noi “essere donna” ed “essere madre”, ovvero qual è il nostro personale archetipo del femminile.

La Luna ci parla inoltre del rapporto che abbiamo con le nostre emozioni (sono bloccate o libere di esprimersi?), con tutta la sfera ricettiva ed intuitiva, con il passato, l’infanzia e con tutto quanto per noi rappresenta sicurezza, confort e radicamento.

L’analisi del cosiddetto “archetipo lunare” è una cosa complessa, che non può esaurirsi con l’analisi della sua posizione per casa e per segno, ma molto dipende dagli aspetti che forma con gli altri pianeti all’interno del nostro tema natale personale, nonché dalla complessità del quadro astrale nel suo insieme.

Tuttavia è possibile partire da una distinzione tra le varie lune di nascita, basata solo sull’elemento e il segno in cui si trovano, per iniziare a decodificare quale sia l’archetipo lunare, ovvero l’immagine del femminile che alberga in noi.

Luna di Fuoco

Dei quattro elementi Fuoco è ciò che più strettamente è correlato al concetto di identità, dunque una Luna di fuoco risponderà al bisogno di autoaffermazione, di riconoscimento e di crescita.
Chi ha la luna nell’elemento fuoco porrà tra le sue priorità il bisogno di esprimersi creativamente e di disporre di grande spazio e libertà.
E’ una luna istintiva, immediata, spesso impulsiva, specie nella prima parte della vita, quando non si è ancora imparato a mediare.
A seconda dei casi può essere molto orgogliosa, ambiziosa, persino competitiva, ma vediamola nei segni …


La Luna in Ariete :



passionale, rapida ed intuitiva, la luna in ariete coincide con un tipo di personalità piuttosto combattiva e battagliera, talvolta troppo suscettibile.
Chi ha questa luna ha bisogno di sentirsi libera e indipendente, di appagare il suo bisogno di “straordinarietà” , perché Ariete è un segno che non può vivere nel mondo ordinario.
Ha bisogno di immaginare, di proiettarsi con la mente in un universo che è sempre al di sopra di tutto ciò che è quotidiano e ripetitivo.
Il Fuoco è legato alla creatività e così chi ha questa luna sente il bisogno di creare qualcosa, che possibilmente sia speciale ed unico al mondo!
Il suo problema consiste nella continuità, perché il fuoco dell’Ariete non è interessato al dopo, quanto all’attimo presente.
Vi è una buona dose di energia maschile, una carica aggressiva, attiva, yang, in questo modello lunare, ed è bene che sia riconosciuta e valorizzata anziché rinnegata, proprio per non correre il rischio di snaturarsi.
Allo stesso modo è importante per chi ha questa luna fare un percorso di riappacificazione con il materno dentro di sé, e con tutto il mondo delle emozioni, ovvero sanare quella ferita nel femminile che spesso caratterizza il vissuto di chi ha questo tipo di luna.
Se il tema astrale è per altri aspetti ben sostenuto dall’elemento terra, la persona che possiede questa luna avrà tuttavia un’energia invincibile e la capacità di raggiungere i più elevati obbiettivi, come una vera Giovanna d’Arco, eroina che tanto bene rispecchia la tipologia della luna in Ariete.
Nell’immaginario maschile, ovvero quando è un uomo ad avere la luna in Ariete, questi sarà attratto da un archetipo femminile della tipologia AMAZZONE.
L’archetipo divino della luna in Ariete è ARTEMIDE, la dea della natura incontaminata, della libertà e degli istinti selvatici.

La Luna in Leone:

Questa luna ha più che mai bisogno di sentirsi unica e speciale, specialmente nel rapporto sentimentale!
Creativa al massimo, entusiasta, espansiva, questa è una luna che dà una personalità generosa e magnanima, amante dei grandi gesti.
Il suo bisogno di riconoscimento è grandissimo,ma se non è lesa può essere anche molto sicura di sé (diversamente cercherà sempre conferme all’esterno).
Come ogni segno di fuoco, vive di forti emozioni e non tollera la mediocrità, tantomeno la meschinità.
Ma la cosa che non sopporta in assoluto è essere ignorata. La donna con luna in leone vuole essere vista, ammirata, ha bisogno di stare al centro dell’attenzione e per fare questo può utilizzare una modalità teatrale, con gesti molto plateali, come una vera attrice.
Certo è tra le persone più corroboranti, a contatto con il proprio cuore, e per questo molto adatta a sostenere gli altri, insegnare, motivare e ad infondere fiducia anche negli animi più depressi.
Come madre può essere piuttosto impegnativa, pretendere dai figli che primeggino sempre in qualcosa (come spesso ha fatto la loro stessa madre), ed anche per questo è importante che chi ha questa luna si assuma il proprio bisogno di grandezza in prima persona, in modo da non fare proiezioni su marito e figli.
Se è un uomo ad avere questa luna, nel suo immaginario ci sarà un’APE REGINA.
Per la maestosità con cui veniva trasportata su un carro per le strade dell’antica Roma, e la ricchezza del suo culto, l’archetipo divino che più si avvicina a questo tipo di luna è CIBELE.

La luna in Sagittario:



Sagittario è il terzo fuoco dello zodiaco, il più spirituale. Chi ha questa luna sente una grandissima spinta a progredire verso mete future, ad accrescere la propria conoscenza e cultura esplorando cose e luoghi sempre nuovi. Se non viaggia con il corpo deve comunque farlo con la mente, estremamente fantasiosa ed immaginativa.
Può trattarsi di un genere di donna sportiva, talvolta un po’ spartana, ricca di interessi e amante dell’avventura.
Anche la madre sarà stata vista come una donna piena di interessi , magari non particolarmente affettuosa, ma certamente in grado di trasmettere emozioni positive e una certa fiducia in sé stesse.
La dimensione emotiva potrà essere un po’ instabile, non particolarmente contenitiva… il fatto è che qui ciò che conta non è tanto il vissuto, quanto la speranza di ciò che accadrà in futuro, il grande mondo dell’immaginazione, del pensiero creativo, e tutto il territorio di Giove (governatore del Sagittario).
Questa è una luna che dà il bisogno di credere in qualcosa, di fantasticare e di seguire grandi ideali.
Va detto che il pericolo di questa attitudine è l’ingenuità o il cadere nel fanatismo.
In tutti i casi è una luna che dà una grande capacità di crescere, di migliorarsi, e di insegnare a farlo anche agli altri, quindi predispone ad un talento per l’apprendimento e l’insegnamento.
Se è l’uomo ad avere questa luna nel suo tema, il suo archetipo del femminile sarà l’esploratrice o l’insegnante.
L’archetipo divino che meglio riflette le caratteristiche della luna in sagittario è SOPHIA, la dea della sapienza.


Luna di Terra

Terra è l’elemento più concreto, radicato e stabile dello zodiaco.
Chi ha la luna nell’elemento Terra tenderà ad anteporre l’azione ai sentimentalismi.
E’ altresì l’elemento che ha un miglior contatto con il proprio corpo, poiché parte sempre dalla realtà tangibile. Può essere molto pratica, razionale, sensuale o rigida, a seconda del segno in cui si trova,
ma sempre assai affidabile.
Vediamola nei tre segni di terra:

La luna in Toro:



Toro, sede di X (il grande principio femminile) e di Venere, è il più femminile dei tre segni di terra, così la luna in questa sede può esprimere alcune tra le sue più squisite qualità: sensualità, fascino ed avvenenza.
La donna con questa luna avrà in sé una componente calda, sensuale, godereccia (salvo aspetti dissonanti).
Pigra, amante della buona tavola e di tutti i piaceri, potrebbe anche lasciarsi andare agli eccessi di gola.
Il mondo della natura è molto importante nel vissuto e nelle scelte di chi ha questa luna, che spesso ama la campagna, gli animali, la famiglia, una vita pacifica e tranquilla, senza troppi alti e bassi.
Ha una memoria straordinaria ed una tendenza a trattenere un po’ tutto: cose, affetti, pensieri.
Il suo bisogno più grande è avere stabilità e sicurezze e quando non le trova dentro di sé può diventare soffocante, possessiva, avvinghiante e può compensare la paura di perdere gli affetti buttandosi sul cibo o i beni materiali. Quando invece è equilibrata può essere molto nutriente e di vero sostegno, salvo soffocare le creature che ama per eccesso di attenzioni.
Quando un uomo ha questa luna significa che nel suo immaginario vi è l’archetipo della Grande Madre.
Per il senso di solidità, continuità e concretezza che le appartiene, l’archetipo divino che più riflette questo tipo di femminile è la stessa MADRE TERRA (Pachamama, Gea o Gaia).

La Luna in Vergine:



è una luna che dà persone molto efficienti, piuttosto riservate, che amano fare un po’ tutto da sole.
Qui gli istinti risultano trattenuti mentre predomina la visione pratica e razionale.
C’è una fatica nel lasciarsi andare e la tendenza a controllare ed analizzare tutta la realtà, catalogandola
e ordinandola come una biblioteca.
Tutto sembra contenuto, rabbia, emozioni, gioia e dolore, nulla deve andare “fuori dalle righe”e spesso è così forte il tentativo di negare le pulsioni che sarà il corpo ad incaricarsi di esternarle, con disturbi psicosomatici.
Il rapporto con il materno è stato difficile e si è introiettata l’immagine di una donna molto efficiente ma poco nutritiva, attenta alle regole più che ai bisogni veri.
Quanto più è lesa tanto più si stresserà con una maniacalità che può riguardare diete, ordine e igiene.
Se è equilibrata darà una tipologia di donna che ama molto le cose semplici, i rituali quotidiani e che ha un’innata capacità nel dare valore alle più piccole cose di ogni giorno.
Amerà la natura e soprattutto odierà gli sprechi e dedicherà molto tempo e passione al giardinaggio, alla cura della casa o al proprio lavoro, specialmente dotata per il settore dell’assistenza e della salute psico-fisica.
Non sarà mai quella dei grandi gesti, tuttavia non farà mai mancare niente ai suoi cari ed ha un innato spirito servizievole, infatti nulla la fa sentire più appagata del sentirsi utile agli altri.
E’ un vero peccato che il suo elevato grado di autocritica spesso le impedisca di godersi i risultati di tanto impegno!
Se la luna in vergine si trova nel tema di un uomo, nel suo immaginario ci sarà un’immagine del femminile piuttosto casta e pura, una specie di vestale.
L’archetipo divino che più si avvicina alla luna in vergine è ESTIA, la Dea del focolare.

La luna in Capricorno:


Capricorno non è certo la sede migliore per la Luna, che ha il suo domicilio primario nell’opposto segno del Cancro.
Questa Luna è dominata da Saturno, un pianeta da cui dipende il nostro grado di autonomia e di autosufficienza, un pianeta che di morbido, avvolgente e nutriente ha ben poco.
Il rapporto con il materno è stato difficile e al posto della protezione si è introiettata la sensazione di una privazione, di un rifiuto o comunque di non poter affidarsi né dipendere dalla propria madre, tantomeno dal resto del mondo.
In certi casi la madre era troppo occupata a lavorare, in altri era troppo rigida e autoritaria, talvolta è proprio mancato il latte materno… dipende dagli aspetti che la luna forma con gli altri pianeti, e la diagnosi può essere anche più morbida.
In ogni caso le persone con luna in Capricorno (o una luna che fa aspetti importanti con saturno) tendono a soffocare le proprie emozioni, ritenute pericolose, non si fidano, non riescono a lasciarsi andare e puntano sull’autocontrollo, che in fondo nasconde la grande paura di non sentirsi accettate.
Sul lungo percorso questo tipo di luna può dare importanti risultati sul piano dell’autonomia, dell’autosufficienza, la capacità di autoaffermazione ed un’eventuale carriera.
E’ però importante per queste persone fare un percorso che aiuti a sanare quella ferita iniziale nel femminile, lasciando che emerga la parte fragile e bisognosa.
Recuperando questa infanzia in qualche modo negata sarà possibile ricominciare a “sentire” e questo è l’unico passaggio per raggiungere la piena autonomia emotiva ed affettiva che la luna in capricorno chiede.
Se questa luna si trova nel tema di un uomo, nel suo immaginario del femminile vi sarà una manager, o comunque un tipo di femminile molto efficiente, spesso più in gamba degli uomini.
L’archetipo divino che più somiglia alla luna in Capricorno è l’invincibile ATENA, la dea greca nata corazzata e già adulta dalla testa del padre Zeus.


Luna d’Acqua
L'Acqua è l’elemento del femminile per eccellenza e come tale il più affine alla luna, che ha la sua sede ed esaltazione nelle acque di cancro e pesci.
Radici, ricordi, passato sono ciò di cui si nutre la luna d’acqua, il cui territorio privilegiato è il grande, intangibile e misterioso regno dei sentimenti e delle emozioni.
Il bisogno di contatto emotivo è molto forte qui, ma la grande permeabilità annebbia i confini, al punto che è difficile distinguere tra ciò che è proprio e ciò che è di altri.
Gentili, compassionevoli, ed empatiche, le lune d’acqua possono anche avere una notevole capacità di distacco, che risulta evidente quando si prendono cura degli altri, sfoderando una capacità di gestire il dolore e le ferite (anche nel corpo) altrui, con una presenza che altri segni si sognano!

La Luna in Cancro :



si trova nel suo domicilio, e qui esprime al massimo le sue qualità materne e nutrienti.
Le persone con questa luna sono orientate verso valori tradizionali: la famiglia, la casa, i figli sono per loro fonte di sicurezza e conforto.
Tendenzialmente pigre, sono anche amanti della cucina e della buona tavola, e non amano i cambiamenti.
Il rapporto con il materno è stato avvolgente e molto nutriente, in assenza di aspetti di lesione, e ciò può creare la premessa per essere a propria volta buone madri e mogli.
Si è introiettata l’immagine di una madre che nutre e si prova un’eterna nostalgia del tempo dorato dell’infanzia, cui spesso si rimane anche troppo legati.
Sentimenti ed emozioni vengono vissuti a fior di pelle, senza imbarazzo nel mostrare il pianto o la propria sensibilità, che spesso viene cambiata erroneamente per fragilità.
In realtà nessuno maneggia le emozioni meglio della luna in cancro, che le conosce così bene!
Amorevole e molto accudente se tutto va bene, in presenza di aspetti stressanti (nel tema natale) ecco che il bisogno di amare e proteggere i propri cari viene esasperato fino a trasformarsi in una ragnatela emotiva in cui gli altri sono tenuti legati a suon di ricatti emotivi e vittimismo.
Questa luna è la più dolce e delicata in assoluto, ma chi la possiede deve fare molta attenzione a non diventare troppo aggrappante e a non creare dipendenza negli altri per la paura di perdere contatto o di essere abbandonata.
Se questa luna si trova nel tema di un uomo, egli cercherà una donna-mamma tra le cui braccia rifugiarsi spesso per evitare di crescere.
L’archetipo divino che meglio esprime questa tipologia lunare è DEMETRA, la madre amorevole che non vuole lasciar andare l’amata figlia Persephone.

La Luna in Scorpione:



con questa luna le esperienze devono essere penetrate profondamente, con intensa passionalità, fino all'osso.
La donna con luna in Scorpione è carismatica, magnetica e la circonda un alone di mistero e segretezza sui suoi sentimenti, di cui non parla facilmente.
E’ una luna che dà forti doti intuitive, capacità di introspezione e intelligenza molto acuta.
Le persone che hanno questa luna avranno un’aria misteriosa, un intuito ed una capacità introspettiva molto particolari ed anche un notevole sex-appeal.
Ma come sempre quando si tratta di Scorpione, la continua ricerca di intensità può facilmente sconfinare in emozioni turbolente, viscerali, incontrollabili, spesso eccessive.
L’immagine materna è quella di una donna emotivamente molto intensa e contraddittoria, con molti lati oscuri.
Una mamma empatica e nutriente (se la luna è sostenuta da buoni aspetti), ma altrettanto manipolante, che ha letteralmente “investito” il bambino di emozioni, non tutte positive.
Di conseguenza a sua volta, anche per difendersi, il bambino avrà imparato a manipolare, a “non dire” in modo diretto, ma ottenere le cose per vie traverse.
Per questo è importante per coloro che hanno questa luna cercare di essere più chiare possibile, e non cedere alla tentazione di mettere in atto giochi di potere e manipolazioni emotive.
Insomma, una luna decisamente impegnativa, potente e intensa... per questo diventa particolarmente importante vedere gli aspetti che forma con gli altri pianeti.
Se questa luna si trova nel tema di un uomo, sarà attratto da un modello femminile tipo FEMME FATALE (e se Venere o il resto del tema vogliono altro potrà vivere profondi conflitti).
L’archetipo divino che più si avvicina a questo tipo di luna è ECATE, la potente e saggia Dea del mistero, regina dell’oscurità e dell’inconscio.

La Luna in Pesci :



In Pesci l'acqua si raffina moltissimo e si spiritualizza.
Romantica, sognatrice e un po’ sfuggente, la persona con Luna in Pesci cerca inconsciamente uno stato di fusione totale con l’universo e sente di appartenere ad un Tutto, dove i confini sono indefiniti.
Ciò la rende particolarmente empatica, sensibile ed emotiva, anche troppo.
I dolori degli altri diventano i suoi e la compassione la spinge a immedesimarsi in tutte le sofferenze del mondo, quasi per un senso di solidarietà universale.
Anche per questo ha bisogno di coltivare la spiritualità, per trovare una centratura che non sia troppo precaria e aiuti a sostenere la mutevolezza dei suoi stati d’animo, dove periodi di autostima e depressione profonda si alternano in continuazione.
La figura materna che si è introiettata è una donna con una carica emotiva notevole, a sua volta empatica e amorevole, ma altrettanto si è colto un senso di sacrificio o sofferenza ed un’assenza di confini o struttura. Spesso la madre è idealizzata e per questo si rimane intrappolati nei ricatti morali di cui è capace.
Certamente questa luna dà una grandissima creatività, anche sotto il profilo artistico, e a volte chi la possiede è in grado di canalizzare contenuti che appartengono all’inconscio collettivo.
Molto femminile, è solo apparentemente fragile, perché di fatto se la cava benissimo in tutte le situazioni, ed è molto più forte di quanto appaia.
Quando questa luna si trova nel tema di un uomo, sarà attratto inesorabilmente da una tipologia femminile
tipo la SIRENETTA, tanto dolce quanto inafferrabile.
L’immagine divina più vicina a questa Luna è KWAN YIN, la dea orientale della compassione e dell’amore universale.

Luna d’Aria
L'Aria è l'elemento della comunicazione, degli scambi, della socievolezza, per questo le lune d’Aria non possono fare a meno di creare contatto sociale e scambiare idee, opinioni, pensieri.
In tutti i casi il contatto con le altre donne è molto importante e se sostenuto da un buon senso etico e valori d’acqua ci può essere il desiderio di creare solidarietà e aiutare le donne in difficoltà, lottando per i loro diritti.
La qualità che distingue questo tipo di lune è la capacità di amare senza creare dipendenza, ovvero lasciando agli altri (figli e compagni) il fondamentale diritto di essere liberi di andare, se lo desiderano.
Per questa ragione la luna d’aria è particolarmente adatta per i rapporti non del tutto tradizionali, e per
la maternità non biologica (adozioni e affidamenti), dove sangue e radici contano ben poco.
Poiché il regno dell’aria è il piano mentale, la difficoltà sta nel confronto con la realtà (che non è mai all’altezza delle aspettative!) e soprattutto con la fisicità, le emozioni e gli istinti.
Naturalmente tutto dipende dagli aspetti che la luna forma con gli altri pianeti per cui basterà un contatto con Plutone per avere un’interpretazione completamente diversa, ma difficilmente la luna d’aria potrà rinunciare alla sua dote più importante: la socievolezza.
Per questo motivo, in generale le lune d’aria corrispondono ad un genere femminile “artemideo”, nel senso che amano la libertà, e come Artemide godono del la compagnia di altre donne, con cui creano facilmente solidarietà e sorellanza.
Ma vediamo come si differenziano più nello specifico….


La Luna in Gemelli :



in questo segno la luna si tinge dei toni mercuriali: giocherellona, irrequieta, mutevole, curiosa e molto altro.
Chi ha questa luna (salvo aspetti differenti) ha molti interessi e inizia mille cose, ma poi difficilmente ne porta a fondo qualcuna.
Ama avere una vita sociale intensa, fatta di tante telefonate, incontri e soprattutto ama flirtare,
senza mai scendere troppo nel profondo.
L’immagine materna che si è introiettata è un po’ instabile, forse immatura, forse superficiale, sicuramente a disagio nel ruolo di madre, per cui sono mancati quegli ingredienti di contenimento e rassicurazione indispensabili ad un neonato, salvo recuperare nell’età più adulta quando la madre può esser vista come un’amica con cui parlare molto e scherzare volentieri.
La donna con luna in Gemelli, per via della natura cerebrale dell’elemento aria, a sua volta sarà in difficoltà con le emozioni, che non vengono riconosciute ed hanno sempre bisogno di essere esternate parlando, perché c’è poca confidenza con l’interiorità. Questo può dal luogo a stati d’animo molto ansiosi, sbalzi d’umore incontrollabili e ad una vera difficoltà a stare sole con sé stesse.
Allegra, un po’ narcisa e un po’ snob, sempre accattivante, questa donna avrà in sé una parte che non vuole crescere mai e il suo sense humour insieme alla naturale simpatia, le assicureranno un successo sociale che non tramonta con il passare degli anni (aaahhhhh!).
Se la luna in Gemelli si trova nel tema di un uomo, questi sarà attratto dall’immagine dell’eterna fanciulla, la puella. Peccato che continuerà ad esserne attratto anche quando porterà la dentiera (lui).
L’archetipo divino più affine a questo tipo di luna è KORE, la Dea fanciulla che si trova nella primavera della sua vita, e rifugge le responsabilità della vita adulta.

La Luna in Bilancia :

La luna nella sede di Venere dona un inconfondibile charme e in certi casi autentica bellezza e tratti delicati.
Ma poiché Venere non è solo senso estetico, la donna con questa luna sarà anche molto etica, attenta agli altri, ed equa, insomma una vera mediatrice.
Un po’ formale, molto raffinata, talvolta fredda e impenetrabile, è comunque portata per creare buoni rapporti duraturi, da cui trae la sua tranquillità emotiva.
L’immagine materna è a sua volta assai formale, un tipo di donna molto attenta all’estetica, all’etica, al lato intellettuale e all’educazione, ma in seria difficoltà con la fisicità e l’emotività di un bambino.
Questo può essere causa di un disagio, un eccessivo controllo delle emozioni e degli istinti, considerati sempre sconvenienti.
C’è un grande bisogno di rendersi piacevoli, per cui molta energia viene investita nella direzione degli altri, anche se non manca certo la capacità di un ascolto presente e sincero.
La cosa che teme di più in assoluto è la solitudine, anche perché è una luna che predispone alla vita di coppia, purchè questa sia basata su uno scambio equilibrato tra il dare e l’avere, e su principi buoni e giusti (anzi anche belli).
Questa luna favorisce l’espressione artistica e una sensibilità di tipo femminile anche nell’uomo, nell’immaginario del quale vi sarà una Venere greca.
L’archetipo divino che più somiglia a questa luna è AFRODITE, la dea della bellezza, dell’amore e dell’armonia.

La Luna in Acquario:


questa luna non è per niente tradizionale, e così anche chi la possiede avrà sempre un lato “fuori dal comune” nel suo carattere.
Si tratterà di un tipo di donna forse eccentrica, forse alternativa, sicuramente emancipata dai ruoli più classici, e porrà sempre tra le sue priorità la ricerca della libertà.
E’ una luna che dà il bisogno di agire socialmente, frequentare gruppi e percorsi di crescita, seguire tendenze (anzi controtendenze) giocando sempre d’anticipo sui tempi.
Certo difetta di realismo e (se non è sostenuta da buoni valori di terra) di affidabilità, perché sente il bisogno di contrapporsi a qualcosa e a volte lo fa persino con sé stessa, cambiando idee su idee per cui la difficoltà può essere proprio stare al pari con il proprio bisogno di cambiare in continuazione.
L’archetipo materno è una figura certo interessante, stimolante intellettualmente ma non molto materna nel senso più classico della parola. In lei è sicuramente prevalso l’istinto per la libertà su quello per la protezione per cui c’è una difficoltà con le emozioni e un senso di instabilità interiore, un mancato contenimento.
Questo non impedisce di sviluppare un lato sociale assecondando il desiderio di aiutare gli altri e di dare sostegno a chi ne ha bisogno. A differenza dei Pesci (che altrettanto amano prendersi cura degli altri, ma tendono a creare dipendenza) le lune in Acquario favoriscono l’indipendenza e così facendo aiutano gli altri a crescere veramente.
Sperimentalista, intelligente, anti-conformista, ha bisogno di affermare la sua “diversità” e la cosa che teme di più in assoluto, anche rispetto la vita di coppia, è l’imprigionamento.
Delle tre lune d’aria questa è quella che fa più fatica ad accettare la mediocre realtà, poiché si nutre di ideali, però è una grande maestra di libertà a 360°.
Se questa luna si trova nel tema di un uomo, nel suo immaginario ci sarà un’ideale di femminile tipo “ figlia dei fiori”.
L’archetipo divino che più si avvicina a questo tipo di luna è ADITI, il cui nome indù significa “libera da ogni legame”.


Testo di Manuela Caregnato per https://www.ilcerchiodellaluna.it
© 2006
Inserito nel sito www.ilcerchiodellaluna.it il 5 maggio 2006 e arricchito nell'aprile 2010

Bibliografia









 

Questa è una pagina protetta dalle copiature.
Abbiamo deciso di tutelare così le nostre pagine, originali e non, dall'uso scorretto su altri siti.
Il Cerchio della Luna non è contrario a cedere i suoi testi originali, purché non vengano smembrati e ne vengano citati gli autori, le fonti e la bibliografia… così come riportati in queste pagine.
Dunque, se vi interessa un nostro testo o una nostra ricerca originale, non esitate a scriverci chied#Endoci un’autorizzazione e comunicandoci per quale uso vi serve, dove lo vorreste pubblicare e formulando l’impegno ad una corretta citazione.
L’indirizzo è: info@ilcerchiodellaluna.it



Vuoi essere periodicamente informato delle novità sul sito
del Cerchio della Luna e delle nostre iniziative?
Iscriviti alla mailing list, e riceverai mensilmente
il nostro calendario lunare in omaggio.


Clikkando sulla luna, puoi tornare alla