Galleria delle Dee                                 
Incontrare le Dee attraverso storia, mito, immagini e racconti

ESTSANATLEHI
Ricerca per http://www.ilcerchiodellaluna.it



Un'immagine della Dea Estsanatlehi

Una dea apache e navajo: La Donna che si rinnova
Estsanatlehi, la "Donna che si Rinnova" delle popolazioni navajo e apache è una divinità della Natura dai molti e diversi nomi, tra cui Donna della Conchiglia Bianca - quella che portò la luce sulla terra - e Donna Dipinta di Bianco - quella che nella tradizione apache chiricalma diede alla luce gli eroi che trucidarono i mostri.

Nei miti dei Navajo, che un tempo appartenevano alla nazione apache, la Donna che si Rinnova è Estsanatlehi ("Madre di tutti"), che muta d'abito quattro volte l'anno, quando attraversa le quattro porte della sua dimora celeste per creare le stagioni. Nasce con i fiori della primavera, matura con l'estate, invecchia con l'autunno, e va a riposare con l'inverno. La Donna che si Rinnova rappresenta così tutte le fasi dell'esistenza femminile, ma in particolare il momento in cui una ragazza diventa donna: una transizione che è considerata apportatrice di bene per l'intero clan, ed è perciò caratterizzata da festeggiamenti e riti.

Fu dalla Donna che si Rinnova che gli esseri umani ricevettero la conoscenza e la saggezza, i cicli lunari e mestruali, i canti, le celebrazioni e il desiderio di ricerca. Essa insegnò inoltre ai Navajo come costruire le capanne dal tetto arrotondato chiamate hogan.
Divinità principale del pantheon navajo, fu sospinta nel mondo insieme ad altri esseri sacri dalla forza di un'inondazione sotterranea. Creò quindi gli antenati e insegnò loro a vivere in armonia con la Natura.
Secondo un altro racconto, fu trovata sulla cima di un monte dal Primo Uomo e dalla Prima Donna, che l'allevarono come una figlia. Quando si avvicinò il momento dello sviluppo, i genitori adottivi la riportarono dove l'avevano trovata e celebrarono il primo rito della pubertà.
Tutte le tradizioni a lei legate concordano nel raccontare che sposò poi il sole e diede alla luce due gemelli, Trucidamostri e Figlio dell'Acqua, che liberarono il mondo dalle creature mostruose che lo affliggevano.

La Donna che si Rinnova protegge dalle sventure e offre inoltre aiuto sotto forma di cibo, asilo e vesti. Oggi vive in una splendida "magione occidentale".


Riti della pubertà



L'arrivo dei menarca - il momento in cui una ragazza si trasforma in donna - ha dato origine nelle culture di tutto il mondo a riti, nei quali spesso un gruppo di donne inscena racconti mitici il cui preciso intento e significato restano un segreto gelosamente custodito.

Le Aborigene priljari tjara dei deserto occidentale dell'Australia eseguono una rappresentazione rituale in sette episodi, le cui prime due scene descrivono la scoperta del cibo, dell'acqua e di un rifugio. Il terzo episodio riguarda la prima mestruazione dell'iniziata, che riceve consigli sul sesso dalla sorella maggiore. Negli ultimi quattro episodi l'adolescente, riconosciuta l'attrazione sessuale, va alla ricerca di un uomo e infine lo sceglie; questi è interpretato da una donna in menopausa. Una variante del rituale prevede che una delle giovani venga rapita e stuprata, dopo di che le donne catturano e mutilano il violentatore. In entrambe le versioni il finale del rito, che è fonte di gran divertimento per tutti coloro che vi partecipano, prevede canti e danze celebrative.

La Donna che si Rinnova è una divinità vivente, e i suoi adartori la nutrono, le parlano e le offrono doni. È venerata con la narrazione. il canto e la discussione, ma il tributo più intenso e importante le viene reso nella lforma dei rito che contrassegna l'arrivo del mestruo (in apache, na ih es).

Secondo la tradizione chiricalma, un tempo tutti gli apache vivevano insieme a Hot Springs, dove ricevettero le leggi sacre, prima di disperdersi nella parte sud occidentale degli Stati Uniti. Fu lì che la Donna Dipinta di Bianco (la Donna che si Rinnova) insegnò loro il rito del mestruo, sotto forma delle precise istruzioni tuttora seguite.

La festa inizia all'arrivo dei menarca e dura quattro giorni, durante i quali l'uomo medicina intona preghiere invocando la Donna che si Rinnova affinché infonda la sua essenza nella ragazza, di modo che si trasformi in una donna feconda e generosa e sia onorata e venerata dalla sua gente. In risposta, lo spirito della Donna che si Rinnova "viaggia sui canti" dell'uomo-medicina a e va ad abitare nell'adolescente, che diventa l'incarnazione della dea per i quattro gi sacri.

Nei quattro giorni del rito della pubertà, la ragazza riceve l'eclusiva attenzione di una donna più anziana che la vezzeggia, la massaggia e la consiglia. Una delle finalitá del rito è di caricare di energia magica un amuleto di cui l'iniziata possa servirsi quando a sua volta perderà i poteri legati alla procreazione.

Il primo e l'ultimo giorno l'iniziata cammina in senso orario, accompagnata dagli acuti lamenti delle donne, intorno a un cesto contenente polline, piume, pittura e cereali, considerati elementi sacri dei riti. In diversi momenti vi sono festeggiamenti, racconti e danze, aperte da ballerine danzatrici chiamate gahe.
Nel corso della cerimonia l'iniziata rappresenta il congiungimento della Donna che si Rinnova con il sole.
Quando il rito si conclude, è diventata una donna e contemporaneamente un simbolo di pace e prosperità per il suo Popolo.




Ricerca per http://www.ilcerchiodellaluna.it
© 2004
Inserito nel sito www.ilcerchiodellaluna.it nel 2004









menù dee  


 Il Cerchio della Luna è anche su Facebook: vieni a trovarci!
_________________________________________________________________________________________________________

Dee e Dei, in ordine alfabetico:

Aditi,
Afrodite
,
Al-Lat,
Al-Uzza,
Amazzoni,
Anahita,
Anna Perenna
,
Anat,
Anu/Ana
Arianrhod,
Arianna,

Artemide
,
Atena
,

Arpie,

Banshee,
Benzai-ten,
Bellona,
Blodeuwedd,
Baubo
,
Bastet
 
Babd
Brigid
,

Cailleach
Cerere,
Chere
,
Cibele
,
Coventina




Dakini,
Demetra,
Durga

Ebe,
Ecate,
Eisantelechi,
Eostre,
Ereshkigal, Erinni,
Estia

Flora,
Freya,
Frigg,
Gaia,
Ganga

Gendenwita,
Gorgoni,

Hathor,
Holle,

Inanna,
Iside,
Ishtar,

Kali,
Kore,
Kwan-Yin,
Laima,
Lakshmi,
Lilith,

Macha,
Mafdet ,
Mamapacha,
Mari
Maria,
Maria Maddalena
,
Menat,
Medusa, Morrigan,
Ninfe,
Nut,

Oestara,
Oya,
Oshun
,

Pachamama,
Pele, Persefone,

Reitia,
Radha,
Rangda,

Saraswati,
Sekhmet,
Shakti,
Sophia,
Selene

Sequana

Themis

Ushas,

Valkirie,
Vesta,

Xochiquetzal,

Yemaya,

Zemyna,
Zwya

Ade
Apollo
Ares
Attis
Crono Dioniso,

Ermes
Giove Lugh
Lupercus

Marte
Mercurio
Nettuno

Pan
Plutone
Poseidone
Saturno
Urano
Zeus


____________________________________________________________________



Vuoi essere periodicamente informato delle novità
sul sito del Cerchio della Luna e delle nostre iniziative?
Iscriviti alla mailing list, e riceverai mensilmente
il nostro calendario lunare in omaggio.


Clikkando sulla luna, puoi tornare alla   




____________________________________________________________________


Questa pagina del sito del Cerchio della luna è in regime di Copyleft: la riproduzione dei materiali presenti in questo sito è libera ed incoraggiata purché citando la fonte per esteso [nome del sito , dell'autore - e del traduttore - dell'articolo citato)