Galleria delle Dee                                 
Incontrare le Dee attraverso storia, mito, immagini e racconti
Ushas



Ushas, dea dell'Alba vedica, è una delle più antiche dee del pantheon indu, le cui storie appartengono al Rig Veda, tra i testi più antichi.

Le Aurore radiose sono sorte per la Gloria, nel loro bianco splendore, come le onde delle acque.
Ella crea percorsi agevoli, belli da percorrere, e, ricca, si è mostrata benigna e amichevole.
Noi vediamo che sei buona: la tua gloria brilla da lontano; i tuoi raggi, i tuoi splendori sono fluiti sino ai Cieli.
Adornandoti, hai denudato il tuo seno, risplendendo di maestà, tu, Dea del Mattino.
Rossi e luminosi sono i bovini che trasportano lei, La Benedetta, [la cui luce] si diffonde attraverso le distanze.
I nemici ella insegue come una prode arciera, come un’agile guerriera ella respinge l’oscurità.
Le tue strade sulle colline sono agevoli: tu passi Invincibile!
Brillando di luce propria! attraverso le acque.
Così con il tuo ampio sentiero, Eccelsa Dea, Figlia dei Cieli, porti ricchezza per darci conforto.


A Ushas sono dedicati una ventina di inni meravigliosi (fra cui il brano che precede e gli altri della pagina), pieni di impeto lirico, privi degli aspetti sacrificali che appesantiscono talvolta la poesia vedica.
Ushas è Autora, in alcuni miti figlia del cielo (Indra) e sorella della notte. Ella è' dea della Luce.



Le sue vesti sono splendide ed è adornata da gioielli d'oro zecchino; Viaggia ogni mattino su di un carro trainato da due cavalli rossi e da due vacche rosee ed è sempre inseguita dal Sole (Surya) innamorato.
Si narra che ella si si svegli mentre la notte è ancora fonda e che il cielo inizi ad adornarla: si dice la vesta di speranza, la unga con il principio vitale e le dia gioielli di luce. La notte sua sorella le fa dono della magia, mentre tiene per sè il mistero. Ella ha il potere di guardare negli occhi contempotraneamente tutte le persone che la guardano.
Viene descritta come una splendida fanciulla danzante, con i veli dei vari colori dell'alba e le nuvole dai bordi dorati dalla luce nascente come sui gioielli.
Ella è così bella che tutti al vederla danzare sono presi da desiderio per lei.
E così vengono presi da desiderio i suoi fratellli, e dal seme da essi sparso nasce Rudra, deva della Tempesta.
Ed è così che Prajapati, suo padre e progenitore di tutti gli dei e delle altre creature la afferra per unirsi a lei, unione interrotta da Rudra.

Talvolta è multipla e sono le Aurore, Le Ushasas. Una e multipla, la Dea sorge dall'osurità e risveglia le anime:

Spargendo la sua luce sulle umane dimore, questa Figlia dei Cieli ci ha chiamati dal nostro sonno;
Ella, che la sera, con il suo splendore argenteo, si è mostrata persino attraverso le ombre dell’oscurità.
Le Aurore hanno diviso tutto questo con destrieri dai rossi raggi, e rilucono mirabilmente su carri splendenti.
Esse, avvicinando il grandioso inizio del rito, conducono lontano le ombre della notte che ci cingono.


Portatrice della prima luce del giorno, Ushas incita alla bellezza, alla giustizia e al compito del lavoro.
Ella è legata all'ordine e a ciò che è regolare (Come il suo sorgere ogni mattino) e al lato attivo della creazione. Risveglia i sensi, le membra, l'intelligenza e la coscienza.

Viene invocata perchè conceda buon cibo, figli, bestiame, ricchezza e lunga vita.

Alba, portami abbondanza: serena, con i tuoi buoi tu porti ricchezze a tua volontà e a tuo piacere;
Tu che, una Dea, Figlia dei Cieli, ti sei mostrata squisita con la tua generosità quando ti abbiamo presto invocata.
Come gli uccelli tornano dai loro nidi, così gli uomini con riserve di cibo si alzano al tuo spuntare.


Ushas è anche dea Madre:
E' madre della luce solare, che dà alla luce al mattino.
E' madre degli Asvin, dei gemelli della Luce che viaggiano in un carro dorato, tirato da cavalli e uccelli. Questi ultimi sono i messaggeri di Ushas ed operano nel cielo di Indra, delle guarigioni meravigliose. Gli Asvin sono i più giovani tra gli dei e pure i più antichi. Il loro carro percorre in un solo giorno tutto l'universo; compassionevoli verso i deboli e gli oppressi, agli Asvin vengono attribuite eccezionali imprese miracolose: ciechi ritornati a vedere, paralitici risanati, mogli sterili allietate da figli ecc. ecc.

     
Mudra (gesto) di Ushas, risveglia luce e creatività


Aurore, portando qui gloria e forza e potenza e nutrimento e vigore, all’uomo che vi venera,
Opulente, con imperiale eroica forza, favorite il vostro servo e che questo giorno lo arricchisca.
O Aurore! C’è un tesoro, ora per l’uomo che vi è servo, e ora per l’eroe che vi porta offerte;
Ora per il cantore, che vi innalza il canto di lode. Persino ad uno come me, ne deste in passato.
O Aurora che sali sulle creste dei monti, Angirases ora loda le tue scuderie di bovini.
Con preghiere e inni sacri, essi le spalancano; l’invocazione degli eroi agli Dei è stata fruttuosa.
Splendi su di noi come una volta, tu Figlia dei Cieli; su colui, o ricca Fanciulla! che ti serve come Bharadvaja.
Dona al cantore ricchezza, con i nobili eroi, e a noi concedi estesa gloria.






Ricerca di Anna Pirera per www.ilcerchiodellaluna.it, pubbblicata sul sito nel marzo 2012

 

____________________________________________________
FONTI:
w ikipedia e varie in rete

Ka, Roberto Calasso, ed Adelphi.

____________________________________________________
IMMAGINI:
In apertura: Freydom Rasseduil
le altre, dalla rete.
Sono gradite tutte le segnalazione d'autore.





mený dee  


 Il Cerchio della Luna è anche su Facebook: vieni a trovarci!
_________________________________________________________________________________________________________

Dee e Dei, in ordine alfabetico:

Aditi,
Afrodite
,
Al-Lat,
Al-Uzza,
Amazzoni,
Anahita,
Anna Perenna
,
Anat,
Anu/Ana
Arianrhod,
Arianna,

Artemide
,
Atena
,

Arpie,

Banshee,
Benzai-ten,
Bellona,
Blodeuwedd,
Baubo
,
Bastet
 
Babd
Brigid
,

Cailleach
Cerere,
Chere
,
Cibele
,
Coventina




Dakini,
Demetra,
Durga

Ebe,
Ecate,
Eisantelechi,
Eostre,
Ereshkigal, Erinni,
Estia

Flora,
Freya,
Frigg,
Gaia,
Ganga

Gendenwita,
Gorgoni,

Hathor,
Holle,

Inanna,
Iside,
Ishtar,

Kali,
Kore,
Kwan-Yin,
Laima,
Lakshmi,
Lilith,

Macha,
Mafdet ,
Mamapacha,
Mari
Maria,
Maria Maddalena
,
Menat,
Medusa, Morrigan,
Ninfe,
Nut,

Oestara,
Oya,
Oshun
,

Pachamama,
Pele, Persefone,

Reitia,
Radha,
Rangda,

Saraswati,
Sekhmet,
Shakti,
Sophia,
Selene

Sequana

Themis

Ushas,

Valkirie,
Vesta,

Xochiquetzal,

Yemaya,

Zemyna,
Zwya

Ade
Apollo
Ares
Attis
Crono Dioniso,

Ermes
Giove Lugh
Lupercus

Marte
Mercurio
Nettuno

Pan
Plutone
Poseidone
Saturno
Urano
Zeus


____________________________________________________________________



Vuoi essere periodicamente informato delle novità
sul sito del Cerchio della Luna e delle nostre iniziative?
Iscriviti alla mailing list, e riceverai mensilmente
il nostro calendario lunare in omaggio.


Clikkando sulla luna, puoi tornare alla   




____________________________________________________________________


Questa pagina del sito del Cerchio della luna è in regime di Copyleft: la riproduzione dei materiali presenti in questo sito è libera ed incoraggiata purché citando la fonte per esteso [nome del sito , dell'autore - e del traduttore - dell'articolo citato)