Galleria delle Dee                                 
Incontrare le Dee attraverso storia, mito, immagini e racconti

MARIA
Ricerca per http://www.ilcerchiodellaluna.it

Maria è ampiamente conoscituta da tutte/i nella nostra cultura cattolica, per cui ci limitiamo a poche righe riassuntive e due parole su un aspetto meno conosciuto della Vergine.


Immagine di Pamela Matthews

L’immagine di Maria
La Vergine Maria è stata scelta per diventare la madre del Messia a lungo atteso.
Suoi simboli sono è la Rosa Alchemica (la rosa a 5 petali), la mela, il rosario, la luna crescente; ella incarna la Vergine (bianco) e la Madre (rosso)

Dal momento che il divino nel cristianesimo era inizialmente totalmente maschile (Padre, figlio, Spirito Santo), vi fu una iniziale riluttanza all’interno della Chiesa ad accettare la divinità di Maria, per timore di incoraggiare il culto dell Grande Dea. Entro il XIV secolo, il suo culto era stabilito e la sua intercessione misericordiosa preferita da molti come via per avvicinarsi sa Dio e Gesù; Solo nel tardo ‘800 viene stabilita l’assunzione di Maria in cielo.

Porta un messaggio di pace amorevole, umiltà e accettazione dei propri compiti, perdono e supporto.


La Grande Dea, Maria e le Vergini nere

I primi missionari cristiani scoprirono in Gallia un gruppo di Celti intenti a venerare una figura femminile nell'atto di dare alla luce un bambino e spiegarono agli indigeni che, senza saperlo, stavano adorando un'immagine della Madonna e loro erano già cristiani.

Sul luogo sacro venne costruita una chiesa, e l'idolo pagano, trasferito al suo interno, si trasformava automaticamente in una rappresentazione cristiana; per giustificare la presenza di figurazioni mariane che, a volte, precedevano la stessa nascita di Maria, i teologi coniarono un termine "Prefigurazione della Vergine ".

I luoghi di culto della Grande Madre nel nostro continente sono molteplici; le rappresentazioni della Dea si trovano quasi tutti in superficie ma, gran parte di esse, erano poste originariamente nel sottosuolo, dove la presenza delle correnti terrestri si fa maggiormente sentire.

Proprio dalla Grande Madre derivano probabilmente le celebri "Vergini Nere", le Madonne dal volto scuro venerate in tanti santuari.
Con un'operazione nota come "sincretismo", la stessa per cui agli dèi del voodoo di Haiti sono stati associate le immagine dei Santi cattolici importate dai missionari, la Grande Madre pagana avrebbe assunto il volto di Maria, colorato però in nero, come quello delle sue prime raffigurazioni.
Le immagini delle Vergini Nere contraddistinguerebbero dunque i luoghi particolarmente legati alla Dea Terra, gli stessi su cui, da sempre, gli uomini costruiscono i loro edifici sacri. 

Vergini nere sono disseminate nelle chiese di tutta Europa; in Italia se ne trovano a Cagliari, Crea del Monferrato, Crotone, Loreto, Lucca, Oropa, Pescasseroli, Rivoli, Roma, San Severo, Tindari, Venezia; in Francia addirittura novantasei. Le più famose sono quelle della cattedrale gotica di Chartres, chiamate Notre-Dame-sous-Terre e Notre-Dame-du-Pilier.

Si dice che alcuni individui particolarmente sensibili, avvicinandosi alle cappelle in cui sono collocate, provino una sensazione di mancamento: sono le correnti terrestri che, in quei punti, raggiungono il massimo della loro potenza, e che percorrono la colonna vertebrale del visitatore, non di rado provocando in lui un'improvvisa "illuminazione" mistica.



Ricerca per http://www.ilcerchiodellaluna.it
© 2003
Inserito nel sito www.ilcerchiodellaluna.it nel 2003



Fra i siti mariani segnaliamo (tra i mille esistenti):

http://www.cuorinaviganti.it/mariologia.htm
http://www.mariadinazareth.it/
http://utenti.lycos.it/medj/ o http://medjugorje.altervista.org

Di polemica sullo status di Maria è interessante leggere:
http://www.missione-popolare-libera.it/letteratura/frank_sfida_teologia/24_mariologia.htm

Sulle Vergini Nere vedi:
http://www.bethelux.it/letremadri.htm (da cui è tratto il brano sopra)









menù dee  


 Il Cerchio della Luna è anche su Facebook: vieni a trovarci!
_________________________________________________________________________________________________________

Dee e Dei, in ordine alfabetico:

Aditi,
Afrodite
,
Al-Lat,
Al-Uzza,
Amazzoni,
Anahita,
Anna Perenna
,
Anat,
Anu/Ana
Arianrhod,
Arianna,

Artemide
,
Atena
,

Arpie,

Banshee,
Benzai-ten,
Bellona,
Blodeuwedd,
Baubo
,
Bastet
 
Babd
Brigid
,

Cailleach
Cerere,
Chere
,
Cibele
,
Coventina




Dakini,
Demetra,
Durga

Ebe,
Ecate,
Eisantelechi,
Eostre,
Ereshkigal, Erinni,
Estia

Flora,
Freya,
Frigg,
Gaia,
Ganga

Gendenwita,
Gorgoni,

Hathor,
Holle,

Inanna,
Iside,
Ishtar,

Kali,
Kore,
Kwan-Yin,
Laima,
Lakshmi,
Lilith,

Macha,
Mafdet ,
Mamapacha,
Mari
Maria,
Maria Maddalena
,
Menat,
Medusa, Morrigan,
Ninfe,
Nut,

Oestara,
Oya,
Oshun
,

Pachamama,
Pele, Persefone,

Reitia,
Radha,
Rangda,

Saraswati,
Sekhmet,
Shakti,
Sophia,
Selene

Sequana

Themis

Ushas,

Valkirie,
Vesta,

Xochiquetzal,

Yemaya,

Zemyna,
Zwya

Ade
Apollo
Ares
Attis
Crono Dioniso,

Ermes
Giove Lugh
Lupercus

Marte
Mercurio
Nettuno

Pan
Plutone
Poseidone
Saturno
Urano
Zeus


____________________________________________________________________



Vuoi essere periodicamente informato delle novità
sul sito del Cerchio della Luna e delle nostre iniziative?
Iscriviti alla mailing list, e riceverai mensilmente
il nostro calendario lunare in omaggio.


Clikkando sulla luna, puoi tornare alla   




____________________________________________________________________


Questa pagina del sito del Cerchio della luna è in regime di Copyleft: la riproduzione dei materiali presenti in questo sito è libera ed incoraggiata purché citando la fonte per esteso [nome del sito , dell'autore - e del traduttore - dell'articolo citato)